martedì 8 luglio 2014

"Non avevo la minima idea di cosa sarebbe successo quella sera ma ormai ero fuori di me dall'eccitazione. Dovevo placarla, non sapevo come ma dovevo farlo. Sarebbe stato palese a chiunque, vedendomi in quello stato, capire che ero al limite di ogni umana sopportazione. Me ne accorsi anche io quando, vedendomi riflessa in uno specchio, faticai a riconoscermi. Dal mio volto traspariva il bisogno di essere posseduta, di raggiungere quel piacere tanto anelato che per tutta la giornata era cresciuto diventando ormai incontenibile." (Ciò che non avrei mai osato chiedere-bozza)

Nessun commento:

Posta un commento